• lunedì , 26 giugno 2017
Aloe e Calendula due piante mille benefici

Aloe e Calendula due piante mille benefici

Sempre più spesso, negli ultimi anni, nel mio lavoro ma non solo mi sono imbattuta in queste due piante eccezionali ed ho iniziato a incuriosirmi e informarmi sulle loro capacità e proprietà. Ho imparato studiandole e utilizzandole in prima persona che a differenza di molte mode passeggere queste due verdi amiche hanno davvero molteplici utilizzi e risultati sorprendentemente ‘duttili’ in svariati campi d’appliacazione. Dalle più note capacità che le caratterizzano come quella dell’aloe di ‘curare’ una pelle scottata (vi assicuro che se la proverete una volta non ci saranno doposole lenitivi che tengano) o ancora alzi la mano chi non aveva nell’armadietto dei medicinali la crema alla calendula di una famosa ditta di vendita porta a porta usata come panacea contro ogni male??? be oggi vi parlerò di queste note caratteristiche e di qualcuna inedita che sono certa troverete utile!

Iniziamo con la prima, l’amica dalle foglie seghettate e la consistenza carnosa: Aloe sei tu!

L’Aloe Barbadensis è una pianta amante del caldo, coltivata ormai in tutto il mondo è costituita di grosse foglie dure dal colore verde accesso che se tagliate trasversalmente ci permettono di osservare il famose gel d’Aloe che si ricava proprio da qui.

L’Aloe viene utilizzata sia per uso estreno in forma di gel principalmente, che nella sua forma commestibile nel famoso succo.

La prima proprietà come vi ho già accennato prima e sicuramente l’attività lenitiva, calmante e disarrossante, in forma di gel è infatti utilizzata ormai sempre più spesso in pomate per le scottature o anche solo per pelli irritate e disidratate, ma non finisce qui infatti l’Aloe ha anche capacità rinfrescanti e calmanti del prurito per questo viene utilizzata anche per combattere l’odiata forfora applicandola sul cuoio capelluto e massaggiando prima dello shampoo o ancora contro le punture di insetto, vera piaga dell’estati italiane (soprattutto qui sul lago dove sono grosse come elicotteri alle volte).

Bisogno di idratazione? Aloe fa ancora una volta per voi!! Risulta essere un ottimo idratante, molto spesso si trovano in commercio creme viso a base di Aloe e anche per il corpo troverete molti prodotti, un consiglio per idratare meglio scegliere una formulazione in crema perchè il gel, pur essendo molto idratante, è una formulazione che tende a seccare superficialmente la pelle.

Veniamo adesso all’utilizzo del succo di Aloe, molto utile per la cura delle patologie dell’apparato gastro-intestinale (in questo cambio di stagione largamente diffuse) per chi soffrisse di coliti o gastriti Aloe apporta benefici grazie alle sue proprietà antinfiammatorie. Sono stati condotti molti studi scientifici a riguardo mettendo a paragone soggetti con caratteristiche simili dopo assunzione di succo d’Aloe o di un placebo e i risultati hanno confermato miglioramenti nelle gastriti e nelle problematiche dell’intestino (coliti, colon irrittato ecc) nei soggetti trattati con Aloe.

Bisogna però ricordare una cosa molto importante, il succo d’aloe che andiamo a utilizzare deve essere SENZA ALOINA, componente presente nel gel estratto dalle foglie della piante con proprietà irritative della mucosa gastrica e intestinale, perciò attenti che sulla confezione sia specificato SENZA ALOINA o rischiamo di andare incontro a peggioramento anzichè miglioramento dei sintomi!

Aloe infine è anche un depurativo, un detossificante e un antiossidante naturale grazie alla alta percentuale di sali minerali contenuti infatti è in grado di svolgere al meglio tutte queste importanti funzioni permettendo di risurre lo stress ossidativo delle nostre cellule e farci sentire meglio e anche più belle perchè minor invecchiamento cellulare è uguale a pelle, capelli e unghie più giovani e belle!

Aloe è anche un fungicida, batteriostatico e virostatico insomma combatte la crescita batterica e virale aiutando così in nostro sistema immunitario.

Insomma Aloe è davvero un portento e sono sicura che provandola vi troverete d’accordo e imparerete ad amare questa pianta buona e bella. Ma passiamo adesso all’altra pianta protagonista di questo incontro: la bellissima Calendula!

La Calendula è una pianta caratterizzata da fiori giallo arancio simili a margherite e sono proprio questi ultimi essenziali per l’utilizzo fitoterapico, cosmetico e curativo.

I fiori sono ricchi di flavonoidi, glicosidi, carotenoidi, tannini e olii essenziali tutte queste sostanze sono coinvolte nelle proprietà benefiche tipiche di questa pianta, vediamole insieme!

La Calendula è un acceleratore della guarigione delle ferite infatti grazie alla presenza dei carotenoidi, che svolgono un’azione simile alla Vitamina A contribuendo a garantire un equilibrio di idratazione della pelle e promuovendo un rilascio di fibrina  (precursore essenziale nella guarigione delle lesioni della pelle), aiuta le piccole ferite a rimarginarsi molto più velocemente risulta quindi molto utile soprattutto per i bambini che si sa sono una calamita per taglietti ed escoriazioni: Mamme parola d’ordine  per la bella stagione tenere un tubetto di calendula sempre in borsa!

Come Aloe anche la Calendula è un protettivo della mucosa gastrica grazie, ancora una volta, alle proprietà citoprotettive dei carotenoidi.  E’  inoltre un’antiulcera grazie alla presenza di saponine.

La Calendula è largamente utilizzata anche nella cura della pelle, è un disarrossante e un purificante per pelli grasse e recentemente è stata scoperta anche un’attività antibiotica verso alcuni ceppi batterici, soprattutto della famiglia degli stafilococchi, e quindi trova utilizzo anche in forma di creme antibiotiche per combattere infezioni cutanee di questo tipo.

Per chi di noi donne soffrisse di dolori mestruali un buon infuso di fiori di Calendula ha un’azione calmante e lenitiva per questi fastidiosi dolori. Trova utilizzo anche per mal di testa e mal di denti sempre grazie al suo potere antinfiammatorio.

Infine la ritroviamo in un prodotto che sicuramente avrete già provato, nei colliri. Esistono infatti colliri calmanti a base di calendula, di solito in associazione con camonilla ed euphrasia, piante conosciute per le proprietà calmanti e lenitive, risultano essere molto buoni se utilizzati ad esempio dopo la piscina oppure se stiamo molto davanti al pc o ancora in questi mesi di allergie o in qualunque momento si necessiti di maggior idratazione e di ‘calmare’ occhi stanchi e arrossati.

Insomma Calendula e Aloe sono piante davvero eccezionali che possono davvero milgiorare la nostra salute o venirci in soccorso qualora fosse necessario.

Ora vi lascio sperando che vi sia piaciuta la lettura e di essere stata utile, alla prossima… verde giornata a tutti!

Related Posts

Questo sito utilizza cookies per rendere più piacevole la vostra navigazione. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close