• lunedì , 26 giugno 2017
Save Aleppo

Save Aleppo

Aleppo…
Aleppo, Aleppo, Aleppo.

Continua a risuonarmi nella testa il suo nome.
Le voci di chi è rimasto, la paura, la rabbia, la rassegnazione, la morte nei volti di chi non vuole, non può, non riesce ad andarsene.

Chi ha rubato i sogni e il futuro a uomini, donne, bambini, sorelle, fratelli, amici, nonni come noi che anziché fare il conto alla rovescia verso il Natale, spuntano il giorno di vita in più vissuto fra le macerie di una civiltà un tempo, nemmeno troppo lontano, bellissima.

Io non sono nessuno, non sono niente, non posso fare, non posso cambiare, non posso invertire la strada di un destino così tragico e sconvolgente…

Riesco solo a tornare con il pensiero a quei volti, a quegli occhi, a quelle voci che potrebbero essere la mia, quella di mio figlio, quella di mio marito, di mia sorella, di mio padre, di mia madre, della mia amica.

Mi sembra tutto così surreale, piangere sui morti e non fare niente per i vivi.

Anche oggi ho scritto qui nuovi post con la mia solita leggerezza, la mia solita allegria, la mia solita medicina per i giorni tristi ma mi rendo conto che oggi quei giorni tristi sono così stupidi, banali, e fin troppo felici paragonati alla tragedia che questo popolo sta vivendo.

Penso al Natale, ai regali per Leo e torno continuamente a quei volti; cucino, sparecchio, faccio la doccia e torno ancora a quegli occhi, ai sogni spezzati, alle speranze disilluse.
Preparo bigliettini, cambio l’acqua ai fiori, mi siedo qui per scrivere e torno ancora, inesorabilmente a quelle vite appese a un filo.

Dove sono quelli che potrebbero “fare”? Dove sono quelli che devono “fare”?
è davvero così semplice fingere che non stia accadendo? è davvero così semplice voltarsi dall’altra parte?

Abbandono la mia lacrima in questo mare di disperazione, con la speranza che altre milioni di lacrime cadano sul fuoco che sta bruciando Aleppo riuscendo a spegnerlo una volta per sempre.

#SaveAleppo

Immagine di copertina: Abdalaziz Alhamza

Related Posts

Questo sito utilizza cookies per rendere più piacevole la vostra navigazione. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close